“Parigi – Hammamet”: il ‘giallo’ di Bettino Craxi

Esce in libreria “Parigi-Hammamet”, romanzo inedito di Bettino Craxi, rinvenuto grazie al lavoro della Fondazione Craxi.

È da oggi (ieri ndr) in libreria il romanzo di Bettino Craxi “Parigi – Hammamet”, edito da Mondadori. Il dattiloscritto, redatto negli ultimi anni di vita dall’esilio tunisino, è un testo inedito rinvenuto durante l’attività di inventariazione e catalogazione delle nuove carte del leader socialista custodite nell’archivio storico della Fondazione Craxi.

Parte di un genere letterario cosiddetto spy story, con l’aggiunta di contaminazioni con il thriller, il noir e il giallo, l’inedito lavoro racconta, come scrive lo stesso Craxi nell’incipit dell’opera, avvenimenti assai singolari, eventi drammaticamente reali, “incredibili per eccesso di credibilità, che rientrano nella categoria degli accadimenti comunemente ritenuti impossibili non perché inimmaginabili, ma proprio per il contrario”.

Cosa sia Parigi – Hammamet è lo stesso esule di Hammamet a dirlo: “Non è un saggio, prendetelo come un mio passatempo… magari scoverete inciampi nella fantapolitica, stilemi abborracciati, intrecci indegni di John le Carré o di Ian Fleming. Eppure, nelle trame del mio modesto tappeto narrativo troverete nude e inconfutabili verità. E una miriade di profezie sui futuri inesorabili disastri nazionali. Quia ventum seminabunt et turbinem metent…”

In un intreccio di affari, intrighi, storie d’amore segrete, promesse non mantenute, vendette e tradimenti che risvegliano nei protagonisti la voglia di vivere e il bisogno di libertà, tra spie internazionali e personaggi di varia estrazione, scopriamo i due protagonisti del thriller: Karim un poliziotto italo-tunisino di quarantaquattro anni che vive ad Hammamet e un ex primo ministro italiano dal nome Ghino al quale qualcuno vuol far pagare il suo passato politico, e la sua determinazione a non accettare i compromessi imposti dalla politica internazionale, e dalle opache organizzazioni che la influenzano. Su tutte, una, dal nome misterioso: Koros.

Al lettore, alla sua fantasia, al suo ingegno ed alla sua arguzia, la libera interpretazione di fatti, vicende e personaggi.

Fonte: Fondazione Craxi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.