Il giglio giallorosso

PD e M5S insieme anche a livello locale. Fronte giallorosso  anche alle Regionali per fermare l’avanzata del Centrodestra.

Aperture dal sindaco Dario Nardella: “Prima una soluzione nazionale, poi potremo parlare con tranquillità anche delle regionali”.

Non si andrà verso una riproposizione della formula del contratto di governo, sperimentata in precedenza e dimostratasi fallimentare. Il governo giallorosso intende durare fino alla fine della legislatura. Un accordo politico (per approfondire) più organico che potrebbe dar esito a delle riproposizioni anche nei territori.

Un fronte giallorosso per tamponare l’avanzata del Centrodestra. L’ipotesi circolava da giorni ma il sindaco di Firenze Dario Nardella l’ha rilanciata in un’intervista su Repubblica.

“Non mi sento un tifoso ma un sostenitore convinto sì” spiega Nardella sull’accordo PD-M5S. “Perché consapevole del pericolo a cui andremmo incontro in caso di elezioni anticipate. Un pericolo non per la democrazia ma per l’economia del Paese più che di pericolo parlerei di sfida. Quando si mette davanti l’interesse del proprio Paese su temi e azioni chiare e trasparenti la gente capisce”.

“Intanto alcuni temi sono già superati come ad esempio la Tav, lo ha detto lo stesso Conte. Per altre questioni l’unico modo è quello di vedere le carte e di affrontare i problemi. Gli italiani vogliono soluzioni non polemiche. E su questo Pd e 5 Stelle si giocano tutta la loro credibilità”.

Dunque, sul possibile accordo a livello locale: “Non lo escluderei. Anche se mi sembra prematuro parlarne. Certo più il governo nuovo nascerà su un patto chiaro, più sarà facile trarne vantaggio a livello locale. Andiamo per tappe. Prima una soluzione nazionale, poi potremo parlare con tranquillità anche delle regionali”.

Umbria, Calabria, Emilia Romagna e Toscana (per approfondire). Quattro regioni che vanno al voto: la prima, l’Umbria della dimissionaria Catiuscia Marini il 27 ottobre. Quattro regioni che possono ribaltare gli equilibri politici del Paese. Quattro regioni dove il PD non ha certezza di vincere. Tre roccaforti rosse dove il Centrodestra sta dilagando mentre in Calabria il M5S è stato il primo partito alle Europee.

Editoriale pubblicato su Sei di Firenze se il 28/08/2019.

“Il giglio giallorosso” ti è piaciuto? Compila questi campi per restare in contatto.

Lorenzo Somigli – da adesso in poi!

2 pensieri su “Il giglio giallorosso

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.