Il paese: da adesso bisogna guardare

“Da adesso bisogna guardare”. Questo il motto de Il paese, un blog su Instagram fondato da poco più di un mese da Cristina Degl’Innocenti e Lorenzo Somigli.  Un osservatorio attento allo sviluppo del tessuto urbano della città di Firenze e alle sue ricadute sulla popolazione, alle aree degradate, alla rigenerazione urbana quale mezzo per non sottrarre più suolo alla comunità ma per restituire dignità e valore ai volumi esistenti.

Il logo utilizzato da Il paese: sfondo bianco, scritta il paese in nero e un punto arancione sopra la scritta.
Il logo utilizzato da Il paese

“Le città sono consapevoli di essere il patrimonio del mondo. Esse incorporano la storia e le civiltà dei popoli. I regni passano, le città restano: un patrimonio che le generazioni passate hanno costruito e trasmesso a quelle presenti affinché fosse accresciuto e ritrasmesso alle generazioni future” Giorgio La Pira, sindaco di Firenze.

Sul profilo de Il paese_blog già sono stati pubblicati alcuni servizi su aree abbandonate, dismesse o degradate della città. Dall’ex Meccanotessile di Rifredi a quell’area che ha preso il nome di Lago Belfiore, all’area ex Pegna-Benelli al Campo di Marte, passando per il celeberrimo Mostro del Poggetto. Anche alcuni scatti dalla Provincia di Firenze: è il caso di via Sandro Pertini a Barberino Val D’Elsa una strada che da circa tre anni sta franando.

 

Instagram sta diventando un social network indispensabile. Si pensi solo a quante persone, soprattutto nella fascia più giovane d’età stanno passando da Facebook ad Instagram.

Oggi sulla pagina Facebook del blog è comparso anche un video girato nell’area di San Salvi. Lo cunto de li cunti il nome scelto per questo video, ovvero il racconto dei racconti, ripreso dalla raccolta di fiabe redatta dallo scrittore napoletano del Seicento Giambattista Basile.

 

Quella lanciata da Il paese può essere una sfida per gli amministratori, per gli stessi cittadini e in generale per il mondo dell’informazione. Da adesso bisogna guardare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...