Antonio Tajani, come aiutarli a casa loro

Come aiutarli a casa loro: la ricetta di Antonio Tajani per il governo dei flussi migratori passa da sviluppo e cooperazione.

Tajani, un uomo politico della vecchia scuola: il buono della Prima Repubblica. Distilla ogni parola, cautamente pragmatico con una buona dose di estetica del potere: un passo in avanti alla volta sembra predicare. L’essenza del riformismo.

L’ultimo vertice europeo è stato segnato da contrasti mai tanto accesi sulla gestione dei flussi migratori, specialmente tra Salvini e Macron, ma si è concluso con un sostanziale nulla di fatto.

Tajani non ha perso altro tempo: ha preso l’iniziativa e ha visitato la Libia il 9 luglio, mentre oggi e domani farà tappa in Niger. Sono i due Paesi per i quali l’Europa si è detta pronta a stanziare un miliardo per sviluppo e cooperazione: aiutare i migranti a casa loro, concretamente. Il Niger è un paese chiave, vi transita circa il 90% dei flussi che poi si spostano in Libia ma è anche molto isolato.

Con Tajani ci saranno circa 30 aziende europee: Enel, Confagricoltura, Coldiretti per l’Italia oppure Airfrance e il gruppo Bolloré per la Francia. Ci saranno la Banca Europea per gli investimenti e FAO. Capitali e competenze indispensabili per lo sviluppo di un Paese.

“Nel 2016, 330 mila persone hanno attraversato il Niger dirette principalmente in Europa attraverso la Libia” dichiara. “Nel 2017 sono scese a meno di 18 mila e nel 2018 a circa 10 mila. Dobbiamo continuare a sostenere il Niger in questa azione offrendo tutto l’aiuto possibile per lo sviluppo economico, imprenditoriale e tecnologico del Paese”.

Tajani ha 64 anni, alle spalle una lunga carriera da giornalista come corrispondente per Il Giornale, siede al Parlamento europeo dal 1994 e dal gennaio 2017 ne è diventato presidente. Sa di giocarsi molto sul governo dei flussi migratori, una questione che rischia di far deflagrare un edificio quello europeo ancora molto fragile.

C’è solo l’Europa per Tajani? È l’uomo su cui Silvio Berlusconi scommette per il rilancio di Forza Italia: forse l’unico in grado di raccogliere la sfida.

Lorenzo Somigli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...